Skyline Torre Boldone

Torre Boldone sempre più verde

Il sindaco Sessa-Macario riesce costantemente a suscitare la più profonda ilarità in quelle molteplici uscite pubbliche in cui si definisce paladino del verde e nemico della cementificazione selvaggia….

L’ultima perla che ci ha regalato è quella secondo cui Torre Boldone è “sempre più verde” e non devastata dalle nuove costruzioni:

Macario: nessuna nuova costruzione
Macario: nessuna nuova costruzione

Lo skyline del “suo verde”

Forse troppo concentrato sul suo telefonino piuttosto che sul mondo reale, il sindaco ha dimenticato di alzare ogni tanto lo sguardo e guardare di cosa è diretto responsabile: il profilo di Torre Boldone, per tutti i cittadini e da qualsiasi parte lo guardino, è irrimediabilmente in via di distruzione. I boschi sulle colline sono stati abbattuti, le nuove ville che nei suoi numeri non ci sono, crescono:

Torre Boldone sempre più verde 1
Torre Boldone, maggio 2021

Che il sindaco non ricorda, ma noi si, poco prima si presentava così:

Skyline Torre Boldone 2018
Skyline Torre Boldone 2018

Caro sindaco delle bugie, le foto parlano chiaro, “non ci sono storie”…

Facciamo due passi

Sempre alzando ogni tanto lo sguardo dal telefonino il sindaco può fare due passi per una volta non nella direzione del parco avventura (che pare essere il catalizzatore di tutti i pensieri, perchè?), e vedere come ha ridotto il bosco di via Rinada:

Rinfrescando la memoria su cosa era prima questa zona (non si proeccupi: continueremo a rinfrescarla ai concittadini per sempre nonstante quello che racconta in giro):

Più verde?

Ci fermiamo con gli esempi per non farci ulteriormente del male, perchè ne abbiamo decine documentate sulla mappa interattiva. D’altronde, come già visto in passato, questa amministrazione arriva a taroccare le foto per raccontare queste favole, per cui loro continueranno a dipingere nel fantasioso mondo di Facebook questa “Torre Boldone” sempre più verde e senza cantieri….

Continuando a rifarsi ai suoi miti…

il sindaco
Condividi questa scoperta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *