Spazioporto Sessa 1

Spazioporto Sessa

Si inizia a vedere la forma definitiva dell’ultima, importante, grande opera dell’amministrazione Sessa-Macario: lo spazioporto “Sessa”.

Intitolato all’ineguagliato sindaco, già vincitore del premio “boscaiolo del secolo” e della “medaglia al valore del cemento“, lo spazioporto rappresenta una pietra miliare nella storia di Torre Boldone.

Laddove la creatività e le prospettive nelle altre cittadine languono da tempo, Torre Boldone entra così di diritto nel novero delle avanguardie internazionali che operano come apripista delle più importanti opportunità contemporanee. La possibilità di avviare continui scambi culturali e commerciali con gli extraterrestri, infatti, è stata fortemente voluta dalla giunta comunale, nonostante le perplessità di alcuni cittadini retrogadi sull’opportinità di abbattere alberi in un parco per fare al loro posto una enorme colata di cemento.

La realizzazione

Senza soffermarsi su questi dettagli, per fortuna, l’amministrazione ha con pervicacia trovato nei risparmi dei cittadini i soldi necessari alla grande opera (circa 175.000 euro, per ora), dato il via libera alle motoseghe, organizzato una carovana di betoniere che come operose formichine hanno riempito lo spazio verde, e sta lavorando ad una inaugurazione colossale.

Già si delinea bene l’impressionante pista di atterraggio (a Torre Boldone ci sono strade aperte al traffico più strette), certificata dall’ENAC e dai Men In Black per atterraggi omologati “fino al terzo tipo”.

La pista 1 dello spazioporto Sessa
La pista 1 dello spazioporto Sessa

La statua

Si vocifera, ma sono solo sussurri al momento, che all’ingresso dello spazioporto verrà collocata una statua di marmo del sindaco Sessa alta 5 metri, che guarda al cielo ed indica le stelle quale orizzonte della sua imperitura amministrazione. Ai suoi piedi, in piccolo, il sindaco Macario che fissa con attenzione il dito di Sessa, cercando di coglierne le vibranti indicazioni.

il sindaco
Ben fatto, Sindaco

Il “verde” che verrà

Aspettiamo ora con gioia il momento in cui finalmente gli omini verdi verranno ad organizzare il primo spettacolo nel nuovo anfietatro maximo! Secondo la propaganda diffusa in questi giorni dall’amministrazione, infatti, il “verde” al cantiere arriverà tra poco… Teniamo gli occhi puntati al cielo!

Grazie sindaco di tutto quello che fai per noi!

Condividi questa scoperta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *