Sphora Japonica massacrate a Bergamo

Salvata una delle Sophora Japonica a Bergamo

Qualche giorno fa abbiamo parlato del taglio in corso, alla chetichella, delle due più belle Sophora Japonica di Bergamo.

Avevamo anche evidenziato come Bergamo non è quel Far West che è Torre Boldone, territorio in preda alle peggiori scorribande, e almeno a Bergamo non è permesso devastare il territorio abbattendo alberi a piacere.

Leggi l’articolo completo

Proprio per questo la storia ha un finale diverso da quelli che purtroppo siamo abituati a raccontare, e presenta i tratti di una società civilizzata

L’intervento del Comune

L’Amministrazione Comunale e la Polizia Locale di Bergamo sono intervenuti, riscontrando la situazione segnalata, bloccando l’abbattimento della seconda pianta (la prima, come descritto nell’articolo, è già stata del tutto eliminata) e sanzionando il privato responsabile di queste azioni.

Un esempio pratico di gestione civile del territorio. Un esempio concreto di tutela di un patrimonio irrecuperabile che, come spiegato tante volte, è di tutti e deve essere difeso dalla collettività.

Condividi questa scoperta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *