Alberi tagliati al sentiero dei mortini

Mortini: altri tagli

Il percorso di trasformazione dell’area verde del “sentiero dei mortini” continua a spron battuto. Dopo la cancellazione del sentiero e la costruzione al suo posto di un vero e proprio viale, dopo i tagli agli alberi davanti alla chiesetta, è ora la volta dell’eliminazione del verde al di là del ruscello.

Alla caduta di un singolo albero, forse per cause naturali, ha fatto seguito l’abbattimento di quanto era presente nella zona: alberi, alberelli, arbusti, e così via. D’altronde è arrivato l’inverno, e nel 2020 ancora c’è da un lato gente che crede che gli alberi servano a questo, dall’altro istituzioni che non credono che gli alberi vadano tutelati come nostro patrimonio fondamentale.

Purtroppo l’evoluzione della zona è guidata, oltre dal totale disinteresse da parte del Comune a preservarla, anche dal piano di realizzare anche su quest’area verde l’ennesima strada non richiesta. Sbandierata come “progresso”.

Come era

Fedeli allo spirito di oggettiva testimonianza con cui alberieco.net ha documentato tutte le devastazioni al territorio di Torre Boldone, andiamo a vedere come era l’area fino a poco tempo fa:

Chiesetta dei mortini: come era
Chiesetta dei mortini: come era

Come è

Confrontiamo ora la stessa zona:

Condividi questa scoperta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *