Ma non è che... 1

Ma non è che…

Passando da via Monte Ortigara, dove troviamo quell’inutile pista ciclabile di pochi metri (il solito pezzetto senza senso che finisce nel nulla, in un’area più che periferica oltretutto), non si può fare a meno di notare il cantiere del nuovo condominio di lusso (residenza “Sirio” il suo nome commerciale) che sta sorgendo sulle ceneri dell’antico fienile.

Come abbiamo già evidenziato i primi giorni di vita di tale cantiere, quando veniva cancellato il prato adiacente per realizzare l’inutile parcheggio, il cancello che è stato installato risulta decisamente anomalo per essere “provvisorio”. Perché mai un’impresa dovrebbe buttare soldi per un cancello di questo tipo anziché per un cancello provvisorio di cantiere? Oltretutto la strada che è stata realizzata scavando la collina non è mai stata usata per il cantiere stesso, resta lì solo a fare da apripista. Per cosa?

Da qualche tempo, inoltre, la recinzione arancione abbraccia un’area ben più grande di quella prettamente interessata dal nuovo condominio.

La domanda viene spontanea: ma non è che da qualche parte giace (scritto o non scritto) qualche progetto di costruzione su tutta l’area collinare sopra l’asilo? Dentro e fuori alla recizione?

Abbiamo visto che recentemente l’Amministrazione Sessa-Macario ha fortemente voluto la cementificazione di via Kennedy dove invece sarebbe stato possibile rendere fruibile ai Cittadini l’area della protezione civile, dove c’era un bosco di proprietà comunale che è stato venduto e reso edificabile.

Lorsignori sono molto attenti al confine del Parco dei Colli: al suo interno è molto difficile intervenire, ma appena fuori dal Parco stiamo tutti vedendo le continue colate di cemento.

Sappiamo bene che i rappresentanti dell’Amministrazione sono assidui lettori di Alberieco, ma senz’altro non ci daranno risposte. Tuttavia i nostri dubbi purtroppo restano e, visto l’andazzo, temiamo che qualcuno stia pensando di far scomparie anche l’area verde sopra l’asilo, a beneficio dei soliti palazzinari.

Non si creda che i cittadini non stiano vigilando però….

Perchè è bello vantare tutto questo verde per far salire il prezzo delle costruzioni, ma questo verde deve rimanere tale a quale lo propone l’immobiliare con l’incarico di vendita nei suoi fotomontaggi:

Condividi questa scoperta

1 commento

  1. Sembra che qualcuno non abbia mai visto nemmeno un telegiornale: cambiamenti climatici, surriscaldamento , polveri sottili, ecc.. pare qualcuno non ne abbia mai sentito parlare e pensa solo a cementificare. Via Lombardia è una desolazione rispetto a quando ci sono venuto ad abitare circa 15 anni fa, ho scritto a chiedere indicazioni ma nessuno si è degnato di rispondere, forse troppo impegnati a tagliare piante e progettare parcheggi senza ombra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *