Le balle di Sessa-Macario: il caso degli alberi in via Kennedy 1

Le balle di Sessa-Macario: il caso degli alberi in via Kennedy

Oggi 13 ottobre 2019 il sindaco Sessa-Macario ha pubblicato sul nuovo sito istituzionale del Comune di Torre Boldone (vale a dire Facebook) una difesa a spada tratta dell’intervento edilizio privato che intende sostenere in via Kennedy. Andando come sempre all’attacco di chi solleva il problema delle continue devastazioni al territorio, e in particolare della sistematica eliminazione degli alberi.

In questo caso, oltretutto, si parla di consumo di territorio pregiato, un tema su cui lo stesso Sessa pochi giorni fa aveva vantato i suoi trionfi con la consueta modestia e moderazione.

Premettendo che siamo lieti che molti cittadini abbiano già fatto sentire singolarmente la loro voce, a testimoninanza della diffusa stanchezza in paese relativamente alle devastanti scelte di queste amministrazioni, diamo il nostro contributo per far capire come funziona la comunicazione istituzionale e di come si cerchi di ingannare i cittadini.

Cosa ha pubblicato il sindaco

Il comunicato si basa sulla tesi che non esiste nessun albero sul terreno che verrà edificato. Ecco l’immagine pubblicata dall’amministrazione, vantandosi di averla presa “da Google Maps” e sbandierando sulla base di ciò la sua inattaccabilità:

Le balle di Sessa-Macario: il caso degli alberi in via Kennedy 2

A commento si dice che “l’area non comprende parti di bosco, tolti 2 o 3 alberi che sono pericolosi” (ti pareva, figuriamoci se esiste un albero che non sia pericoloso).

La vera immagine

Ecco invece come realmente si presenta su Google Maps la stessa area:

Le balle di Sessa-Macario: il caso degli alberi in via Kennedy 3

Come si può vedere, di alberi ce ne sono in abbondanza!

Guida su come creare una informazione manipolata

Come hanno fatto a rifilare ai loro supporter da curva un falso così scandaloso? Serve poca abilità e molta volontà di mistificare la realtà.

Si prende una foto vecchia di anni, la si cerca scattata in pieno inverno, la si rende un pochino sfocata per non far vedere i dettagli (il satellite, soprattutto anni fa, non distingueva così bene i singoli rami o i tronchi, non vi pare ovvio visto che li guarda dallo spazio?).

Ecco la foto da cui sono partiti: seguite le istruzioni di cui sopra ed avrete la “verità rivelata” da Sessa-Macario. Per inciso, lasciando intatta l’immagine, anche se volutamente presa in pieno inverno diversi anni fa, voi contate solo “2 o 3 alberi”?

Le balle di Sessa-Macario: il caso degli alberi in via Kennedy 4

Completiamo a questo punto l’opera con un comunicato in cui si vantano i soliti trionfi di questi paladini del verde, ad avremo un caso da manuale della narrativa che abbiamo visto nell’ultimo decennio a Torre Boldone:

Le balle di Sessa-Macario: il caso degli alberi in via Kennedy 5

Vedere per credere

Volete vedere con i vostri occhi gli “alberi che non ci sono su Google Maps”? Andate su Google Maps e non credete (mai) a Facebook:

https://goo.gl/maps/bo39patCP69FiVDLA

Noi documentiamo la realtà con prove reali. Chi lo fa con prove manipolate testimonia con questo la debolezza conclamata dei suoi argomenti.

Ringraziamo l’amministrazione per averci offerto questa lampante possibilità di spiegare come funzionano le cose a Torre Boldone.

Condividi questa scoperta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *