cimitero Torre Boldone

Cimitero di Torre Boldone: 6 mesi dopo

A novembre 2021, quale segno di attenzione verso le ricorrenze dei defunti, l’amministrazione di Torre Boldone ha regalato al suo cimitero le massime attenzioni di cui è capace: con un tratto di penna, un bel bonifico, e varie motoseghe, ha cancellato i bellissimi cipressi rimasti al suo interno!

I cittadini calpestati come da prassi

A nulla erano valse le infinite proteste dei cittadini, raccolte anche da BergamoTV, da l’Eco di Bergamo, di Alberieco.net (che già dal 2000 aveva lanciato l’allarme sulle mire del sindaco) e di quanti hanno rilevato l’arrogante insensatezza di questo ennesimo sfregio al nostro territorio. Una serie di cipressi in perfetta salute sono stati dichiarati “incompatibili” con il cimitero da un funzionario comunale senza alcuna qualifica specifica, su mandato politico dell’amministrazione Sessa-Macario, con l’intervento distruttivo del suo braccio operativo “Picinali di Daniele e Paolo di Nembro” di Nembro a cui è stato dato il consueto “affidamento diretto”.

Risultato: un altro pezzo di verde è stato cancellato per sempre.

Ovviamente non solo i cittadini sono stati calpestati ed ignorati, ma anche tutte le richieste che Alberieco.net ha inoltrato al Comune sono state cestinate. Forse perchè doveva ancora arrivare la recente nomina dell’Assessore alla gentilezza?

Lo scempio e la presa in giro

Ovviamente la patetica quanto consueta presa in giro da parte dell’amministrazione è stata quella di dichiarare che avrebbe speso altri soldi, dopo quelli buttati per eliminare gli alberi che stavano così bene, per mettere i soliti “nuovi alberi” che per lei pari sono.

A parte la stupidità stessa del concetto, anche in questo caso, come in tutti quelli simili (uno su tutto: viale Colombera con la sua telenovela), degli alberi non importa niente, e pertanto anche quelli immolati in questa circostanza sono stati destinati ad abbandono e morte certa.

Come da facile profezia, ecco quindi si presentava il cimitero prima, e cosa è oggi nel Maggio 2022 di questi nuovi alberi:

Cimitero settembre 2021
Cimitero settembre 2021

La faccia di bronzo

Anche in questo caso è caduta la maschera del sindaco Sessa-Macario, che al destino degli alberi non è mai stato interessato e che alla sua cancellazione ha dedicato tutta la sua carriera politico amministrativa. Come pure la presunta capacità di chi continua a prendere soldi su soldi dalla nostra amministrazione per realizzare solo scempi e distruzioni (tra i più recenti ricordiamo la devastazione del filare nel centro sportivo comunale).

Questo sodalizio collaudato continua a mietere vittime senza pudore, ma intanto l’economia gira…

Il viale del cimitero

Chi volesse sincerarsi sul posto di quale sia la situazione oggi, compreso il degrado di manutenzione del cimitero stesso, può recarsi di persona. Troverà ad attenderlo una sorpresa già prima di entrare. Ad ogni cimitero dalle nostre parti si arriva infatti con un tradizionale viale di cipressi. Tranne a Torre Boldone, dove il sindaco Sessa ha pensato bene, in uno dei suoi primi massacri organizzati ai nostri alberi, di cancellare tutto abbattendo il filare.

Incompatibile.. il sindaco

Per cancellare i bellissimi cipressi è bastata una riga immotivata in cui venivano dichiarati “incompatibili”. Ebbene, con motivazioni decisamente più valide e documentate (tra cui gli oltre 250 articoli che ad oggi su Alberieco.net raccontano quando accaduto negli ultimi anni) siamo noi a dichiarare INCOMPATIBILE il sindaco Sessa-Macario con l’amministrazione pubblica.

#DIMETTITI

Approfondimenti

Sugli sfregi agli alberi del nostro cimitero abbiamo dedicato molti articoli, qui un riassunto:

Condividi questa scoperta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.