Gardellone: help

Help

Aiuto! Con una semplice e diretta richiesta gli alberi del bosco del Gardellone si sono rivolti ai cittadini di Torre Boldone. Quegli alberi che tanto offrono, che tanto regalano, hanno voluto condividere la loro paura e il loro dolore per quanto sta accadendo nel bosco. Dove molti di loro sono già stati abbattuti per realizzare l’insensato “ponte Sessa-Rotini”, noto anche come “ponte sullo strettissimo” per la sua palese inutilità. Dove moltissimi di loro hanno paura per il loro futuro, sentendo le motosegne e le ruspe che dilagano in quella che era un’oasi verde di tranquillità.

Hanno visto i loro fratelli venire abbattuti e portare via.

Hanno visto le ruspe entrare nel bosco, realizzare una strada, spianare ed allargare.

Hanno visto il cemento colare attorno e sopra al Gardellone.

Guardano attoniti la collina dove sbuca il famoso ponte, alberata e inerme di fronte alla furia distruttrice dell’ottusa amministrazione comunale.

Hanno gridato il loro dolore, ci hanno lanciato la loro richiesta di aiuto. Loro che tutti i giorni ci aiutano, in questo momento in cui sono del tutto indifesi chiedono il nostro.

Come rispondiamo?

L’amministrazione risponde subito

La sua risposta intanto l’ha già data: cartelli scomparsi in poche ore (ci fosse questa efficienza su altre cose…), ruspe e motoseghe a tutto regime, attacco diretto a chiunque protesta.

Condividi questa scoperta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *