Gorle - taglio parco via Gran Sasso

Gorle: via gli alberi dal parco pubblico

La volontà demenziale degli amministratori comunali di dichiarare guerra agli alberi è estremamente contagiosa. Nella Gorle confinante con quell’esempio di tutte le nefandezze che è Torre Boldone oggi è avvenuto un altro scempio che ha già lasciato di stucco i cittadini della zona.

Nel parco pubblico di via Gran Sasso sono stati infatti immotivamente abbattuti un gran numero di alberi di alto fusto.

Il danno, immotivato sotto ogni punto di vista (persino i “giardinieri” addetti al taglio hanno confermato ai cittadini attoniti che gli alberi stavano tutti bene), va a distruggere un patrimonio comune importante. Fa seguito all’impoverimento avvenuto negli ultimi anni nello stesso parco, ed alla totale eliminazione di tutto il filare di alberi nell’adiacente via Roma che è avvenuto negli scorsi anni.

Sotto shock i frequentatori del parco, che già nell’immediato si aggiravano numerosi chiedendo con rabbia (sotto il sole) il motivo di tale devastazione.

Un’altra amministrazione in balia della foga distruttrice che consegna il nostro territorio al grigio del cemento. Un’altra amministrazione che non risponde delle sue responsabilità. Che adesso verrà a dirci che “ripiantumerà”, che “ne rimetterà tanti uguali” e tutta la solita solfa di idiozie.

Alberieco.net, sulla scia delle numerose segnalazioni e lamentele già ricevute nella giornata odierna, ha richiesto al Comune di Gorle, ed ai Carabinieri Forestali, spiegazioni su quanto avvenuto, sui documenti che giustifichino il danno, sul rispetto degli obblighi in carico all’ente pubblico ai sensi del DL 10 marzo 2020 e informerà i lettori sulle risposte, ovvero la magistratura sulla loro assenza.

Condividi questa scoperta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *