Gli alberi non si cambiano come i calzini 1

Gli alberi non si cambiano come i calzini

Tante volte ci siamo scontrati con l’infantile pretesa dei nostri amministratori pubblici di raccontarci che quando tagliano i nostri alberi, e talvolta piantano successivamente qualche alberello “compensativo”, gli alberi “sono aumentati” e loro sono degli eroi. Abbiamo ampiamente dimostrato come sia semplicemente ridicola questa frottola, e ridicoli (e in malafede) quelli che la raccontano.

Tante volte abbiamo evidenziato l’abissale differenza tra un albero con decenni alle spalle, e un piccolo alberello di vivaio, ed il danno incalcolabile che ci hanno fatto. Tante volte abbiamo raccontato, come ad esempio con la patetica telenovela di viale Colombera a Torre Boldone, come gli alberi non siano lampioni che si comprano, piantano, ed è finita lì. A Torre Boldone tutti gli alberi messi sono morti, e vengono periodicamente “sostituiti” cercando di ottenere qualcosa che alla fine giustifichi l’aver eliminato quanto invece c’era ed era solidamente vivo.

Oggi aggiorniamo sul parco di Gorle, laddove ad inizio estate 2021 sono stati impunemente abbattuti un gran numero di alberi anche di dimensioni significative. Piantando poi qualche alberello insignificante al loro posto, rendendo un parco pubblico l’ennesima distesa arida. Quel taglio per cui il Comune ha presentato una perizia di giustificazione fatta venti giorni DOPO il taglio stesso, basata su foto prese da lontano, e che, quando ci riesce, addebita le presunte cattive condizioni degli alberi a chi ci ha messo mano negli anni passati.

Come ampiamente atteso, anche qui si considerano pienamente le esigenze di un essere vivente importante. Con il risultato di piantare il solito “lampione” e sparire. Ecco il risultato: il nuovo albero è prontamente morto, e laddove avevamo un bell’albero grande ed importante, avevamo ombra e fresco, avevamo uno scorcio piacevole, ci ritroviamo il solito nulla con sfondo di gru.

Condividi questa scoperta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *