Giornata mondiale dell'ambiente 2021

Giornata mondiale dell’ambiente 2021

La Giornata Mondiale dell’Ambiente, che si celebra ogni anno il 5 giugno, è il più grande evento annuale delle Nazioni Unite per promuovere un’azione ambientale positiva.

Quest’anno, la Giornata Mondiale dell’Ambiente sollecita un’azione urgente per far rivivere i nostri ecosistemi danneggiati.

L’ONU mette al centro dell’attenzione il fatto che “gli esseri umani stanno perdendo e distruggendo le fondamenta della propria sopravvivenza a un ritmo allarmante. Più di 4,7 milioni di ettari di foreste (pari a un’area più grande della Danimarca) vengono persi ogni anno. Di conseguenza, la perdita dell’ecosistema sta privando il mondo di pozzi di assorbimento del carbonio come le foreste e le torbiere. Le emissioni globali di gas serra sono cresciute per tre anni consecutivi e il pianeta è sulla strada verso un cambiamento climatico potenzialmente catastrofico.Riducendo l’habitat naturale per la fauna selvatica, abbiamo creato le condizioni ideali per il diffondersi degli agenti patogeni, compresi i coronavirus, come dimostrato dal COVID-19.”

Alberi e foreste sono il nostro tesoro, e quella del loro salvataggio è quanto di più importante siamo chiamati a fare. La Giornata Mondiale dell’Ambiente darà il via al Decennio delle Nazioni Unite per il Ripristino dell’Ecosistema: una chiamata alla mobilitazione globale per fare in modo che tutti – governi, aziende e cittadini – facciano la loro parte per curare il nostro pianeta malato.

Tutti mobilitati

La battaglia per il nostro futuro si combatte in ogni angolo del pianeta. Fuori dalle nostre porte, in tutti i nostri Comuni, in tutte le nostre istituzione e coinvolgendo tutti i cittadini. Questo decennio è decisivo: se vogliamo darci un futuro dovremo arrivarne alla fine con più boschi, più alberi, e una sensibilità che metta al centro di tutto i nostri territori e i nostri ecosistemi.

Gente che concepisce l’idea di abbattere boschi per costruire case, come in via Kennedy a Torre Boldone per fare uno dei tanti esempi che abbiamo documentato e per raccontare un esempio fresco di un danno che non potrà essere riparato ed un ecosistema stupidamente perso per sempre, non deve avere spazio nel nostro futuro e finire rapidamente relegato ai libri di storia, quando verrà raccontato con stupore che c’era gente che faceva queste cose… vantandosene.

Condividi questa scoperta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *