Il ponte sullo stretto 1

Un paese che già ha sacrificato un parco pubblico per realizzare uno spazioporto può forse esimersi dal dotarsi del suo “ponte sullo stretto”? Chiaro che no. Se poi questo comporta abbattimento di alberi in un bosco pubblico, trasformazione di un sentiero in un’autostrada, qualche colata di cemento e, in sostanza,Leggi…

La collina asfaltata in via monte Ortigara - settembre 2020

Come abbiamo già raccontato, il primo giorno di riapertura dopo il lockdown a Torre Boldone ci si è affrettati a mandare le ruspe a devastare la verde collina dietro alla scuola materna, in via monte Ortigara. Un’altra area collinare fino a quel momento risparmiata dal cemento, che è stata irrimediabilmenteLeggi…

via Rinada come era

A Torre Boldone è iniziata l’eliminazione di un altro bosco collinare, con lo scopo di abbattere gli alberi esistenti e costruire altre inutili casette su terreno verde. Dopo lo scandalo indifendibile (e infatti hanno provato pure a taroccare le foto) della collina di via Kennedy, dove un terreno di proprietàLeggi…

La top tower prima dell'abbattimento

C’è voluta una sentenza del TAR (tornato ad occuparsi di Torre Boldone poco tempo dopo aver definito l’amministrazione Sessa come caratterizzata da “superficialità e trascuratezza, decisioni non supportate da motivazioni convincenti, unitamente ad una prolungata negligenza“), alla fine di un lungo contenzioso, per dichiarare illegale l’enorme torre in metallo cheLeggi…

Parcheggio scuola materna prima

Quanto avvenuto sulla collina di via monte Ortigara, esattamente dietro alla scuola materna di Torre Boldone, esemplifica perfettamente (assieme al fu bosco di via Kennedy) la devastante politica di insensata cementificazione che ha caratterizzato il degrado del nostro territorio. La collina, in parte rientrante nel Parco dei Colli, fino adLeggi…

Area verde dove l'amministrazione vuole costruire un parcheggio

Una nuova, ennesima, colata di asfalto non richiesta sta per abbattersi su quel poco di verde che è rimasto a Torre Boldone. In piena continuità con quanto avvenuto, ad esempio, in via Kennedy. In via monte Ortigara, esattamente dietro alla scuola materna, l’amministrazione comunale sta per intervenire su un’area collinareLeggi…

Sphora Japonica massacrate a Bergamo

Succede spesso che qualcuno abbia una ricchezza in giardino ma non lo sappia, e decida di eliminarla. Per esempio è avvenuto con il maestoso cedro di via della Resistenza a Torre Boldone. Oppure con le più belle Sophora Japonica (var. pendula) di Bergamo, in via Milazzo. Qui evidentemente si èLeggi…

Spazioporto Sessa 2

Si inizia a vedere la forma definitiva dell’ultima, importante, grande opera dell’amministrazione Sessa-Macario: lo spazioporto “Sessa”. Intitolato all’ineguagliato sindaco, già vincitore del premio “boscaiolo del secolo” e della “medaglia al valore del cemento“, lo spazioporto rappresenta una pietra miliare nella storia di Torre Boldone. Laddove la creatività e le prospettiveLeggi…

Lettera a Babbo Natale 3

Caro Babbo Natale, sono un albero di Torre Boldone. Quest’anno mi sono comportato bene: ho ripulito l’aria da polveri velenose e anidride carbonica, ho prodotto ossigeno, ho rinfrescato d’estate l’aria attorno a me, ho offerto riparo e fatto ombra a chiunque me lo chiedesse, ho reso migliore un paesaggio cosìLeggi…

Betoniere nel parco di via Donizetti

Proseguono da molti mesi i lavori nel parco di via Donizetti a Torre Boldone (vicino alle scuole). Dopo l’abbattimento degli alberi, è il momento del cemento. Con un continuo via vai di betoniere, si continua a colare cemento su quello che prima era un parco verde. Quando al momento dell’inaugurazioneLeggi…